Domande frequenti

 

DOMANDA: Quando potrò vedere l’immobile?

RISPOSTA: Nella prassi, ma anche in funzione della dedizione al lavoro dei Custodi Giudiziali, la data per effettuare il sopralluogo viene comunicata entro venti giorni circa dalla richiesta. Tale termine può dilatarsi se la data dell’asta non è imminente mentre può ridursi se la data dell’asta è prossima.

 

DOMANDA: Se voglio vedere altri immobili all’asta, devo pagare nuovamente la quota istruttoria?

RISPOSTA: No, la quota istruttoria si paga solo per la prima asta; l’istruttoria per ulteriori aste è gratuita.

 

DOMANDA: L’Asta può essere sospesa o annullata?

RISPOSTA: Si, l’asta può essere sospesa o annullata per varie motivazioni processuali e tale evento può essere comunicato fino al giorno dell’asta.

 

DOMANDA: Chi si occupa della liberazione dell’immobile?

RISPOSTA: Salvo che l’ordinanza di vendita non preveda diversamente, della liberazione dell’immobile se ne occupa il Custode Giudiziale a propria cura e spese; la liberazione dell’immobile, salvo che sia già in corso, viene eseguita successivamente al saldo prezzo di aggiudicazione.

 

DOMANDA: L’immobile all’asta può avere irregolarità edilizie?

RISPOSTA: Si, l’immobile viene venduto all’asta nello stato urbanistico in cui si trova ma lo staff di Astedomus, successivamente al sopralluogo ma prima di partecipare all’asta, effettuerà approfondite verifiche urbanistiche evidenziando eventuali irregolarità edilizie e relative possibilità di sanatorie in base alla normativa urbanistica vigente.

 

DOMANDA: Posso pagare il saldo prezzo con un mutuo?

RISPOSTA: Si, i Tribunali hanno stipulato convenzioni con le primarie banche proprio per agevolare l’erogazione di mutui per acquistare immobili in asta; in ogni caso, prima di partecipare all’asta, è opportuno interfacciarsi con la banca alla quale inviare la perizia dell’immobile, unitamente ai propri dati reddituali, per avere una prefattibilità.

 

DOMANDA: Cosa occorre per partecipare all’asta con procura?

RISPOSTA: È necessario autenticare la firma in calce alla procura e pagare una marca da bollo di €. 16,00.

 

DOMANDA: A quanto ammontano le imposte da pagare in caso di aggiudicazione dell’immobile?

RISPOSTA: Sono le medesime che pagheresti se comprassi l’immobile sul libero mercato; se, ad esempio, ha diritto alle agevolazioni “prima casa”, le avrà anche in sede di asta.

Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se usi www.astedomus.it, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Benvenuto! Clicca su uno dei nostri assistenti per inviare un messaggio, vi risponderanno il prima possibile.

Chat via WhatsApp